Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA
EDIZIONE 2018 DEL BACCANALE : SCELTO IL NUOVO TEMA DELLA RASSEGNA
“L’ITALIA DEL LATTE” (Imola, 3-25 novembre 2018)

Dal  3 al 25 novembre 2018 si svolgerà a Imola il Baccanale, l'annuale rassegna enogastronomica e culturale che in questa edizione porterà il titolo “L’Italia del latte”.
Il Ministero dei Beni culturali e del turismo, assieme al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, ha proclamato il 2018 Anno nazionale del cibo italiano, riconoscendo il cibo come parte integrante del patrimonio culturale italiano e dell'immagine del Paese nel mondo.
Il Baccanale, che da sempre affronta i temi della cultura del cibo, come strumento di lettura, conoscenza e promozione del territorio e del suo patrimonio culturale ed enogastronomico, ha tutti i requisiti per aderire a quest’iniziativa con il programma della nuova edizione, che svilupperà come di consueto un tema specifico, pur se inquadrato in un ampio contesto di riferimento.
Conoscere le virtù e le caratteristiche del latte, le molteplici modalità di utilizzo di questo prodotto profondamente naturale e, al tempo stesso, elemento decisivo della cultura alimentare: questo il tema dell’edizione 2018 del Baccanale, che avrà come titolo “L’Italia del latte”.
Fin dall’antichità l’uomo si è dedicato all’allevamento di ovini, caprini, bovini e di altri animali, sfruttandone vantaggi e qualità, tra cui quella di fornire il latte, alimento simbolo di vita, abbondanza, fertilità, con molteplici virtù e grande potere nutritivo, celebrato a partire dal 2001 con la Giornata Mondiale del Latte indetta dalla FAO (Food and Agriculture Organization), l’organo delle Nazioni Unite che si occupa di produzione e consumo alimentare.
Il latte è infatti un alimento completo, ricco di sostanze proteiche, sali minerali, vitamine e fonte privilegiata di calcio. Oltre al latte vaccino vengono utilizzati nell’alimentazione umana il latte di pecora, di capra, di bufala e d’asina, ognuno con le proprie caratteristiche nutritive e organolettiche. La presenza di intolleranze al lattosio, che rende impossibile ad alcuni individui il consumo di latte animale, ha incrementato negli ultimi anni l’utilizzo alternativo di latte ottenuto dalla triturazione di semi vegetali (mandorle, soia, orzo, riso, ecc.), successivamente impastati con acqua e zucchero e quindi filtrati.
Molta parte del latte viene consumata come bevanda; ma il latte può essere utilizzato anche per cotture delicate, salse, ricette dolci e salate. Inoltre da sempre per essere conservato viene sottoposto al processo di trasformazione artigianale o industriale che dà origine al formaggio. La produzione e il consumo del formaggio sono diffusi in tutte le epoche storiche, in varia misura secondo le popolazioni e le culture. Piatto forte per i poveri, abbellimento della tavola per i ricchi nell’antichità, fonte di proteine nelle diete monastiche che escludevano la carne e nelle diete vegetariane dei nostri giorni, componente fondamentale in impasti, torte e pasticci e condimento abituale di tanti piatti di pasta. Una ricchezza che trova in Italia una terra d’elezione, se si considerano gli oltre 400 tipi di formaggi censiti, che il Baccanale non mancherà di valorizzare e promuovere con i prodotti caseari e le numerose realtà culturali, produttive e turistiche del territorio imolese.

Il Comune di Imola invita le Associazioni, gli Enti, le Aziende agricole e vinicole, e tutti coloro che sono interessati alla rassegna, a formulare proposte ispirate all’argomento prescelto che possano arricchire e qualificare l’evento. Tali proposte vanno presentate utilizzando l’apposito form pubblicato sul sito del Baccanale www.baccanaleimola.it, entro il 31 maggio 2018.
Il Comune di Imola intende offrire anche quest’anno ai ristoratori l’opportunità di partecipare al Baccanale proponendo menu a tema, scuole di cucina, ricette o un evento. Le adesioni vanno comunicate entro il 31 maggio 2018 attraverso il modulo di adesione scaricabile sul sito www.baccanaleimola.it .